David di Michelangelo di Firenze: informazioni utili, orari, storia, curiosità, indirizzo e mappa


David di Michelangelo

Un po' di storia sul David di Michelangelo

La storia del David inizia con un blocco di pietra portato a Firenze in barca attraverso il Mediterraneo e poi l’Arno dalla cava Fantiscritti a Carrara, questo blocco è stato conservato per anni in attesa di essere scolpito. A metà del Quattrocento i dirigenti dell'Opera del Duomo e i consoli dell'Arte della Lana di Firenze promuovevano un progetto ambizioso che consisteva nello scolpire dodici figure per decorare l'esterno della Cattedrale di Santa Maria del Fiore oggi conosciuta come Duomo di Firenze.

Questo blocco di marmo di 5.50 metri fu stato chiamato "il gigante" dopo che nel 1460 Agostino di Duccio e Antonio Rossellino hanno cercato di scolpirlo senza successo, lasciandolo inadeguato a far parte del progetto e ricadendo nuovamente nell'oblio in qualche magazzino.

All'inizio del Cinquecento il progetto venne ripreso valutando i nomi degli artisti del momento come Andrea Sansovino, Leonardo da Vinci e Michelangelo Buonarroti. Nel 1501, il Duomo di Firenze commissionò ufficialmente questo progetto a Michelangelo provocando un interesse tale che questo genio dovette isolarsi per fare la scultura. Michelangelo scolpi il David da settembre del 1501 fino a maggio del 1504, dando come risultato questa icona del Rinascimento con dimensioni e proporzioni enormi. Il David è alto poco più di 5 metri e supera le cinque tonnellate.

Il David è considerato l'apice del lavoro scultoreo di Michelangelo.

Dove si trova il David di Michelangelo?

Il David di Michelangelo si trova attualmente nella Galleria dell'Accademia di Firenze ed è sicuramente un obiettivo che non potrai perderti durante la tua visita in questa meravigliosa città. La Galleria dell'Accademia è molto vicino alla monumentale Piazza del Duomo. Nel 1910, il David che si trovava all’ aperto in Piazza della Signoria fu trasferito alla Galleria dell'Accademia per evitarne il deterioramento, e il David che attualmente vediamo in questa piazza è una copia dell'originale.

Curiosità del David di Michelangelo

Sapevi che a Firenze ci sono tre copie del David di Michelangelo? La scultura originale del David è nella Galleria dell'Accademia. La seconda copia del David si trova in Piazza della Signoria, di fronte al Palazzo Vecchio. La terza copia è al centro del Piazzale Michelangelo.

Sapevi che il David possiede l'energia che caratterizza il lavoro di Michelangelo? Questa meravigliosa scultura trasmette drammi attraverso gli occhi con un corpo pieno di tensione, il segno dei suoi tendini, muscoli e vene non hanno gesti violenti, ma sono gli elementi che possiamo vedere in altre opere di questo artista del Rinascimento.

Sapevi che il gigantesco blocco di marmo di Carrara utilizzato da Michelangelo per scolpire il David era rovinato? Tre diversi artisti hanno cercato di lavorare a questo blocco di marmo lasciando l'opera dopo averlo danneggiato, era in uno stato che nessun altro scultore lo voleva, ma Michelangelo accettò la sfida scolpendolo.

Perché visitare il David di Michelangelo?

Il David di Michelangelo è una delle opere più rappresentative del Rinascimento italiano e una delle sculture più famose del mondo. Durante il Rinascimento, grandi scultori fiorentini come Donatello, Ghiberti e Verrocchio hanno realizzato opere prendendo il tema della Bibbia dove il David venne rappresentato come adolescente dopo aver decapitato Golia. Tuttavia Michelangelo decise di rappresentare con questo lavoro il momento precedente al confronto. Quindi vediamo un giovane David pronto a colpire il gigante in possesso di una pietra nella mano destra con una fionda appoggiata sulla spalla sinistra.

La tensione di questo giovane pastore davanti al suo terribile nemico venne rappresentata da Michelangelo con particolari come un'espressione intensa nei suoi occhi, una contrazione precisa dei muscoli che mostravano le vene in rilievo, dove sembrerebbe che il sangue scorra ancora. Il David di Michelangelo è sicuramente un capolavoro della storia dell'arte fiorentina e una delle opere più famose della storia dell'umanità.

Come posso visitare il David di Michelangelo?

Con il biglietto per la Galleria dell’Accademia avrai la possibilità di vedere dal vivo la celebre statua del grande Michelangelo. Data la grande affluenza di turisti è sicuramente consigliabile prenotare in anticipo l’ingresso al museo. Se preferite approfondire la visita con l’aiuto di una guida esperta potete acquistare una visita guidata della Galleria dell’Accademia e magari abbinarla al tour degli Uffizi e della città visitando così le attrazioni principali di Firenze in un giorno. Se siete appassionati del grande Michelangelo vi consigliamo di visitare insieme alla vostra guida la casa di Michelangelo e la Galleria dell’Accademia.

Altre attrazioni nella zona

Completa la tua visita e dopo aver ammirato questa imponente statua in marmo, visita altre attrazioni che conservano nel suo interno opere di questo formidabile artista.

Tra questi abbiamo: il Museo del Bargello dove sono conservate sculture che corrispondono all'inizio di Michelangelo come scultore. Qui si trova il Bacco, una delle prime sculture di Michelangelo e una delle sue rare opere profane, il Tondo Pitti e il Ritratto di Bruto.

La nuova Sacrestia delle Cappelle dei Medici fu progettata da Michelangelo e costruita all'inizio del XVI secolo. In questa sacrestia si distingue "La Vergine con il Bambino", una scultura di Michelangelo.

Informazioni Utili

David di Michelangelo o di Donatello?

La celebre statua in marmo del David è di Michelangelo ed è esposta alla Galleria dell’Accademia.
La meravigliosa statua in bronzo del David (o Mercurio) è di Donatello ed è conservata al Museo Nazionale del Bargello.

Indirizzo e Mappa

Via Ricasoli, 60 - Firenze.

david michelangelo mappa

Vedi la mappa.

Come scegliere il biglietto corretto

Biglietti ridotti (solo cittadini dell’Unione Europea)
- tra i 18 e i 25 anni di età

Biglietti gratuiti
- ragazzi sotto i 18 anni di età
- insegnanti italiani di scuole statali (all'ingresso del museo sarà richiesto un documento che attesti il diritto alla gratuità. Riduzione non valida per i professori universitari)

Raggiungi comodamente i musei con i nostri servizi di transfer!
SERVIZIO DI TRANSFER
SERVIZIO DI TRANSFER
Prenota Ora