Biglietti Galleria Accademia Firenze - Prenotazione biglietti, tour guidati e privati on line - Biglietti Galleria dell'Accademia David Musei Firenze


Biglietti Galleria dell'Accademia

Un po’ di storia della Galleria dell'Accademia

La Galleria dell'Accademia occupa diverse sale del XIV secolo che appartenevano al vecchio ospedale di San Matteo e all'ex convento di San Nicola di Cafaggio. Poi il Granduca Pietro Leopoldo di Lorena fonda l'Accademia di Belle Arti con una collezione per gli studenti. Alla fine del XVIII secolo, queste sale sono state completamente ristrutturate per ospitare il famoso museo dedicato a Michelangelo.

Questa è una fermata obbligatoria per chi visita Firenze visto che ospita il "David" di Michelangelo, scolpito tra il 1501 ed il 1504, originariamente pensato per la decorazione esterna del Duomo di Firenze.

Divenne un simbolo di impegno dello Stato Fiorentino per la libertà e l’indipendenza, nonchè simbolo della caduta dei Medici nel 1494. Il David di Michelangelo rappresenta l’energia, il vigore e il coraggio, simbolizzando l’intera lotta del genere umano per la sopravvivenza. La sua anatomia, riprodotta in seguito dai contemporanei di Michelangelo, fu dipinta attentamente, grazie ai profondi studi condotti dal grande artista.

Cosa è oggi la Galleria dell'Accademia?

Attualmente, la Galleria dell'Accademia non ospita solo il "David", qui ci sono 4 statue degli Schiavi commissionati da Papa Giulio II come decorazione del suo sepolcro, chiamati “I Prigioni”. Sono esposte anche “La pietà” e il “San Matteo”. Il museo ospita anche una interessante collezione d’ arte fiorentina così come sculture e dipinti dal XIII secolo fino al XIX secolo.

La collezione originale è stata ampliata nel corso degli anni grazie alle opere provenienti dalla soppressione di alcuni ordini religiosi e quindi la chiusura di chiese e monasteri. La galleria ha anche una sala dedicata a strumenti musicali antichi che una volta appartenevano alle famiglie dei Medici e Lorena.

Curiosità della Galleria dell'Accademia

Il David è considerato il capolavoro di Michelangelo ma come tutte le genialità nasconde una storia, aneddoti e leggende.

Sapevi che il blocco di marmo dal quale è stato creato il noto David è stato estratto dalla cava di Fantiscritti a Carrara e poi è stato trasportato a Firenze? Questo blocco è passato attraverso diverse mani prima di giungere in quelle di Michelangelo, con un'altezza di 5,50 metri ed è stato chiamato "il gigante". L'artista Simone da Fiesole aveva rovinato il blocco cercando di scolpirlo, poi è stato abbandonato per anni, più tardi altri artisti hanno cercato di scolpirlo senza successo.

Diversi artisti sono stati chiamati per scolpire il David, tra cui Michelangelo che, dopo l’ espulsione dei Medici da Firenze nel 1494, è stato costretto a tornare nella sua città natale. Quando tornò a Firenze ha insistito fortemente per lavorare lui stesso alla scultura del David producendo tensioni tra il resto degli scultori fiorentini. Fino a quando finalmente nell’agosto 1501, l'Opera del Duomo di Firenze commissionò ufficialmente la scultura del David all’artista.

Perché visitare la Galleria dell'Accademia?

La Galleria dell'Accademia, insieme alla Galleria degli Uffizi, è uno dei musei più visitati di Firenze e del mondo. Le opere più interessanti, che rendono famosa questa Galleria, sono certamente quelle di Michelangelo e la più importante è la statua del David.

Tuttavia, qui possiamo vedere non solo il David, ma anche altre straordinarie opere di questo geniale artista comprese le sculture dei quattro prigionieri o schiavi. Essi rappresentano figure maschili semi scolpite, cioè non completamente finite che danno l'impressione di esser intrappolate nel blocco di marmo alla ricerca di una via d'uscita della pietra. Si trovano nella Sala dei prigioni nella Galleria dell'Accademia e formano un corridoio d’ingresso fino ad arrivare al David.

Altre attrazioni nella zona

Firenze ha molti angoli da esplorare e molti luoghi per goderne la bellezza. A pochi passi dalla Galleria dell'Accademia è possibile trovare altre attrazioni da non perdere come Piazza del Duomo, il centro del potere religioso della città, con la maestosa chiesa di Santa Maria del Fiore, meglio conosciuta come il Duomo di Firenze che si presenta splendida con il Campanile di Giotto e l'imponente cupola del Brunelleschi. Non possiamo ignorare il Battistero caratterizzato dal rivestimento su lastre di marmo bianche e verdi risalenti all’ XI e XII secolo.

I clienti che hanno prenotato questo museo hanno prenotato anche:

Informazioni Utili

Orari

Da martedì a domenica, ore 8,15-18,50.

Chiusura: tutti i lunedì, Capodanno, 1° Maggio, Natale.

Indirizzo e Mappa

Via Ricasoli, 60 - Firenze.

Vedi la mappa.

Come scegliere il biglietto corretto

Biglietti ridotti (solo cittadini dell’Unione Europea)
- tra i 18 e i 25 anni di età

Biglietti gratuiti
- ragazzi sotto i 18 anni di età
- insegnanti italiani di scuole statali (all'ingresso del museo sarà richiesto un documento che attesti il diritto alla gratuità. Riduzione non valida per i professori universitari)

Mostre

Mostre previste all'interno del museo:

14.12.2015 – 30.06.2016 “Carlo Portelli. Pittore eccentrico tra Rosso Fiorentino e Vasari”

Raggiungi comodamente i musei con i nostri servizi di transfer!
SERVIZIO DI TRANSFER
SERVIZIO DI TRANSFER
Prenota Ora