Palazzo Pitti di Firenze: informazioni utili, orari, storia, curiosità, indirizzo e mappa


Palazzo Pitti

Un po' di storia sul Palazzo Pitti

Secondo Vasari, Palazzo Pitti fu progettato da Brunelleschi anche se non è stato dimostrato. La costruzione di questo imponente edificio venne effettuata nella seconda metà del XV secolo. Questo lavoro commissionato dal mercante fiorentino Luca Pitti, amico e alleato di Cosimo de’ Medici, è stato fatto dall'apprendista di Brunelleschi, Luca Fancelli. Luca Pitti voleva che la sua residenza fosse la più imponente della città. Pitti comprò tutte le case tra il suo nuovo palazzo e il sentiero della collina per costruire il Giardino di Boboli.

Un secolo dopo, Eleonora da Toledo, moglie di Cosimo I de’ Medici acquistò il palazzo e da quel momento e nei due secoli successivi il palazzo è stato ristrutturato e ampliato praticamente come lo conosciamo oggi. Con l'estinzione dei Medici, il ducato e il palazzo passarono nelle mani della famiglia dei Lorena e durante il XIX secolo Napoleone lo usò come residenza durante il suo dominio dell'Italia.

Il palazzo divenne proprietà della Casa di Savoia nel 1860, quando la Toscana divenne una delle province del Regno d'Italia. Il re Vittorio Emanuele II usò Palazzo Pitti come residenza mentre Firenze era la capitale d'Italia. Più tardi nel 1919, suo nipote Vittorio Emanuele III donò il Palazzo Pitti allo Stato italiano, che diventò così la sede di importanti musei della città.

Cosa è oggi il Palazzo Pitti?

Il Palazzo Pitti oggi ospita importanti collezioni di sculture, dipinti, oggetti d'arte, costumi e porcellane, in un complesso monumentale e museale che comprende diversi musei:

Galleria Palatina: una spettacolare galleria che in origine era la galleria dei Medici, in questa galleria si espongono opere di Raffaello, Tiziano, Rubens, Correggio e altri artisti europei appartenenti al Rinascimento e al Barocco.

Galleria d'arte Moderna: una magnifica collezione di dipinti e sculture, soprattutto di artisti italiani che vanno dal XVIII secolo fino alla prima guerra mondiale. Nel suo interno sono esposte anche alcune opere di artisti italiani del secolo XIX e inizio del XX.

Galleria del Costume: questa incredibile collezione di 6000 articoli comprende costumi del XVIII e XX secolo, costumi e accessori utilizzati nel teatro. Questo è l'unico museo della storia della moda in Italia, ed è anche uno dei più importanti al mondo.

Museo degli Argenti: conosciuto anche come "tesoro dei Medici". Qui sono esposti oggetti come porcellane cinesi e giapponesi, vasi di avorio, pietre preziose, mosaici, cristalli e soprattutto gioielli, sia dei Medici che del periodo dal XVII al XX secolo.

Museo delle Porcellane: questa collezione è la più bella d'Europa in termini di oggetti in porcellana. Alla collezione originale sono stati aggiunti pezzi appartenenti alla famiglia Savoia e altre che furono portate da palazzi di diversi punti d'Italia.

Curiosità del Palazzo Pitti

Sapevi che l'enorme dimensione delle finestre di Palazzo Pitti era dovuta al desiderio dei Pitti di averle più grandi della porta del palazzo Medici-Riccardi?

Sapevi che nell'anfiteatro che si trova nel Giardino di Boboli sono state celebrate le prime opere della storia? Questo anfiteatro è stato costruito approfittando della cavità che si è formata con l'estrazione della pietra utilizzata per sollevare il palazzo.

Perché visitare il Palazzo Pitti?

Palazzo Pitti è un grande complesso di gallerie e musei imponenti che ospitano importanti collezioni di dipinti, sculture e pezzi d'arte. Inoltre, qui si trova il Giardino Boboli con i suoi splendidi giardini all’ italiana. Palazzo Pitti si trova nel quartiere di Oltrarno, che significa dall’ altro lato dell'Arno, oltre il Ponte Vecchio.

Come posso visitare il Palazzo Pitti?

Palazzo Pitti ospita al suo interno numerosi musei e gallerie: la Galleria Palatina e gli Appartamenti Reali, la Galleria d’Arte Moderna, la Galleria del Costume, il museo degli Argenti, il museo delle Porcellane ed il Giardino di Boboli (un vero e proprio museo a cielo aperto). Acquistando il biglietto d’ingresso per la Galleria Palatina è possibile visitare anche la Galleria d’Arte Moderna, la Galleria del Costume ed il Museo degli Argenti. Acquistando il biglietto d’ingresso per il Giardino di Boboli è possibile visitare anche il museo delle Porcellane.

Altre attrazioni nella zona

Dietro a Palazzo Pitti si trova il Giardino di Boboli, una superficie di 45.000 metri quadrati che è diventata la più grande area verde di Firenze con grotte, fontane, pergole, un piccolo lago e centinaia di statue in marmo. Da Palazzo Pitti è possibile raggiungere il Palazzo Vecchio attraverso il Corridoio di Vasari, una delle opere che pochi conoscono ma che tutti possono vedere. Il Corridoio di Vasari o Corridoio Vasariano è un passaggio che si estende per le strade nel cuore della città.

Il Corridoio Vasariano passa sopra il Ponte Vecchio, costruito durante un crocevia dell’ epoca romana, il Ponte Vecchio fu terminato nel 1218 ed era l'unico ponte che attraversava il fiume Arno a Firenze. Il ponte, come lo conosciamo oggi, è stato costruito nel 1345 dopo una violenta alluvione che aveva distrutto il precedente.

Il Palazzo Vecchio è un monumento di grande importanza artistica e storica a Firenze. Nel corso dei secoli è stato il centro politico e simbolo della città. La facciata del Palazzo della Signoria fu ricoperta con dei mattoni rustici della cave di Boboli.

Informazioni Utili

Galleria Palatina, Appartamenti Reali, Galleria d’Arte Moderna, Museo degli Argenti, Galleria del Costume

Orari di apertura:
da martedì a domenica dalle 8.15 alle 18.50
Ultimo ingresso: ore 18.00

Chiusura: tutti i lunedì; Capodanno, 1° maggio, Natale

Giardino di Boboli, Museo delle Porcellane

Orari di apertura:
8.15 – 16.30 nei mesi di novembre, dicembre, gennaio, febbraio
8.15 – 17.30 nel mese di marzo e ottobre (con ora solare)
8.15 – 18.30 nei mesi di aprile, maggio, settembre, ottobre e marzo (con ora legale)
8.15 – 19.30 nei mesi di giugno, luglio, agosto

L’ultimo ingresso è sempre un’ora prima della chiusura

Chiusura: primo e ultimo lunedì del mese; Capodanno, 1° maggio e Natale

Indirizzo e Mappa

Piazza Pitti, 1 - Firenze.

palazzo pitti mappa

Vedi la mappa.

Raggiungi comodamente i musei con i nostri servizi di transfer!
SERVIZIO DI TRANSFER
SERVIZIO DI TRANSFER
Prenota Ora